Tharros




Il luogo scelto dai Fenici per fondare Tharros (VIII sec a.c.) aveva le caratteristiche giuste per un insediamento tipico sul mare. Il promontorio  dalle coste basse e sabbiose era un punto strategico per mettere al sicuro le navi.  A sud della Penisola vicino Capo San Marco, l′istmo separa il Mar morto protetto dal maestrale, dal mare aperto e riparato con  venti da sud est. Condizioni ideali per lo sviluppo di una  città che si fece nel tempo tra  le più importanti del mediterraneo occidentale; la più ricca e potente della Sardegna, capoluogo di tutta la penisola sotto la dominazione Punica. La colonizzazione nel Sinis si estese, favorita dall′integrazione con il popolo nuragico.  Questa unione fu il punto di forza contro la dominazione romana che lasciò nella città i segni della sua presenza. Alla fine del XI sec d.c. Tharros venne abbandonata e perse il titolo di  capoluogo di giudicato uscendo dall′importante ruolo che aveva in tutta la Sardegna.  Ormai disabitata e depredata del materiale delle strutture venne preservata in parte dalla sabbia. I musei di Cabras e Oristano ne custodiscono i reperti. L′area degli scavi dista 1 km da San Giovanni

La zona è servita da diversi servizi e tipici punti di ristoro sul mare. 


Comune di Cabras (OR)

Come arrivare:
da Cabras  seguendo la SP 8 per circa 12 Km. Arrivati a San Giovanni seguire le indicazioni per Tharros che si raggiunge in auto in pochi minuti.