Surf




Nel 1997 Alessandro Staffa e Vincenzo Ingletto fondano nel Sinis la prima scuola di surf in Italia e tra le prime in Europa.  Estratti di una chiaccherata (dai contenuti che non troverete mai in nessuna guida sull’argomento):

 -Come nasce il surf nel Sinis?
-Enzo: sono gli anni ’80, Bobo Lutzu, Momo Zucca, Stani, nelle onde di Capo Mannu;
 
-Perchè scegliete di fermarvi quì?:
-Ale: sono arrivato io, Enzo e altri locals già praticavano il surf alla grande. La costa del Sinis ha una frequenza altissima di onda. Lavora parecchio durante l’anno. Ti da la possibilità di surfare mareggiate di tutte le intensità; per questo ho fatto la mia scelta.
 
-Spiegati meglio:
- Ale: perché sei sempre coperto da maestrale...dai venti predominanti. Poichè è una penisola, (il vento) porta sempre il mare in diverse direzioni e quindi riesci a fare surf con vento anche in condizioni di mare attivo;
 
- Quanti giorni di surf all’anno?:
- Ale: beh, 200 tutti...come in California! Scherzo; comunque di media i mesi di novembre, dicembre, gennaio, e da aprile sino a luglio sono buoni; anche settembre;
 
- Mareggiate predominanti?:
- Enzo: N/O - S/O - O - N
 
- Altezza media dell’onda?:
- Ale: 1,5 mt. Al max 4 mt durante l’ultima mareggiata bomba nel 2010, a capodanno;
 
-Affollamento?:
-Ale: abbastanza alto nel week end;
 
-Enzo: ci sono spot per principianti e spot per professionisti in tutto il litorale del Sinis;
 
-Enzo ci dai qualche dritta...qualche informazione tecnica sugli spot e le onde: 
-Enzo: beh ci sono diversi spot come diceva Ale. A S’Arena Scoada l’onda è beach break, a Putzu Idu idem, al Banzai è a frame di beach break. Il Cartello (alla Punta) è un point dx di reef. Al Mini (Capo) a frame di reef break; Capo mannu è un poin break destro. Gozzilla only local dx. Verso Sa Mesa a frame reef break, Sa Mola reef break sx, Su Pallosu dx e sx reef. Per finire alla Tonnara l’onda è un perfetto  frame dx e sx; la sx è più facile perché quando finisci l’onda ti trovi nel canale sx. A Su Crastu Biancu è a frame di reef break. Questo è consigliato per il long, è una reef sx. Lo spot che lavora di più è Sa Mesa; è sempre attiva con mare da fuori e di scaduta, quindi se  fa la mareggiata al minicapo quasi per certo l’onda c’è anche a Sa Mesa;

Spot inediti?:
-Enzo: nella guida di recente abbiamo aggiunto le Secche di Su Pallosu, che noi chiamiamo ‘’Il Folle’’ perche quel fuori di un nostro amico si è lanciato in acqua e si è rotto una gamba. Poi abbiamo segnalato anche l’onda sotto la torre spagnola ‘’Sa Turr e’ Sa Mora’’, sinistrone, un tubo altissimo...hai presente (si rivolge ad Ale)?
 
-Enzo: direi che tutta la costa del Sinis sino a S. Giovanni a sud ha una frequenza altissima di onde, ed è quella che lavora di più durante tutto l’anno. Ora ti do due dritte sugli spot e il periodo migliore per fare surf (conta sulle dita): Capo Mannu in estate e primavera, a Sa Mesa è buono a settembre, S’Arena Scoada è ottima condizione tra ottobre e novembre.

- Il Localismo nel sinis?:

- Enzo: si sente ed è importante che ci sia, I locals hanno il diritto e il dovere di  tutelare il rispetto della zona e del territorio.


-Ale: basta info riservate! per gli approfondimenti vedi il sito ufficiale della scuola: www.isbenas.com